Farine - tipi, varietà e uso corretto

Farine di alta qualità per i prodotti da forno più fini - prodotta con i migliori cereali austriaci attraverso un delicato processo di macinazione

La farina può essere prodotta da una grande varietà di cereali - tra cui grano, farro, segale, avena, riso, miglio e riso selvatico. Ma anche da pseudo-cereali come quinoa, amaranto, mais e grano saraceno. Non tutte le farine sono adatte a tutte le praparazioni. Il pane, ad esempio, può essere fatto solo con cereali da pane, che includono farina di segale, farina di frumento e farina di farro.

Il grado di macinazione indica quanto degli strati esterni del grano viene macinato insieme al chicco di grano, che contiene importanti minerali e vitamine. Le sostanze nutritive più importanti si trovano nel guscio esterno scuro e diminuiscono fino all'endosperma interno chiaro. Ecco perché la farina scura come quella di segale è anche più nutriente della farina chiara.

Non tutte le farine sono uguali - tutti i tipi di farina e le differenze in sintesi:

Per il successo della ricetta di cottura è importante sapere quale sia la farina più adatta.

Farina di grano tenero tipo 00 fine (DE 405 / AT W480): Per tutti gli impasti che non devono assorbire troppa acqua o liquido. Ideale ad esempio per dolci, paste, pan di spagna, come addensante per salse, strudel, frittelle o biscotti.

Farina di grano tenero tipo 00 grana media (DE 405 / AT W480): Per tutti gli impasti che devono assorbire più liquidi o riposare più a lungo. Ideale per impasti soffici come pasta, gnocchi, prodotti da forno fini e per infarinare le tortiere.

Farina di grano tenero tipo 00 universale (DE 405 / AT W480): : può essere utilizzata per tutte le ricette da forno e di cottura. Ideale per torte, prodotti da forno fini, pane bianco, per addensare salse e per impasti, pan di spagna, torte o pasta frolla.

Farina di grano tenero tipo 0 (AT W700 / DE 550): Ideale per la produzione di pani, torte, prodotti da forno lievitati, ma anche per pasta, o strudel.

Farina di grano tenero tipo 2  (AT W1600 / DE 1050) : farina di grano tenero per pani scuri, pani misti e per specialità da forno.

Farina di grano tenero integrale: Sana, nutriente alternativa alla farina di grano tenero tipo 00. Ideale per torte salutari, prodotti da forno fini e nutrienti, pane, per addensare le salse e per tutti i tipi di pasta.

Farina di farro fine tipo (AT W700 / DE 550): Per tutte le ricette di preparazioni aromatiche con il farro al posto della farina di frumento. Ideale per dolci, torte, crostate, gnocchi o gustose pagnotte.

Farina di segale  (AT 960 / DE 997): classica farina di segale per pane scuro e saporito. Per pane di segale scuro, panini di segale dal sapore deciso, pan di zenzero, pasticcini e piatti speziati.

Farina Kornplus ai 10 cereali: farina speciale a base di vari tipi di cereali. Ideale per tutte le ricette di cottura al posto della farina di grano tenero tipo 00.

Farina speciale finissima per pizza tipo 00 (AT W700 / DE 550): Per una pasta per pizza elastica, ariosa e croccante e come sostituto della farina di grano tenero. Ideale per panini, pizza e per la pasticceria, lo strudel o le frittelle.

Impasto di farina di pan di zenzero: Impasto pronto per la cottura del pan di zenzero.

Semola di grano duro: Per la produzione di pasta. Ideale per la preparazione ad esempio di pasta, porridge, gnocchi.

5 cose che hai sempre voluto sapere sulla farina

1. Cos'è la farina biologica e perché è più costosa?

Quando si coltivano e si lavorano cereali BIO, è necessario rispettare le severe norme dell'etichetta biologica. Il grano è accuratamente selezionato dagli agricoltori. A causa della semina meno densa, il grano cresce più sano, ma la produzione è inferiore rispetto ad una coltura tradizionale. Per questo motivo, anche la farina biologica è un po' più costosa di quella convenzionale. I terreni vengono mantenuti fertili e sani attraverso le tecniche di coltivazione e l'uso di humus e fertilizzanti organici. Non vengono utilizzati spray chimici e di sintesi. Le colture biologiche hanno il tempo sufficiente per maturare e anche la sequenza di coltivazione dei cereali deve essere cambiata regolarmente (rotazione delle colture) affinchè il terreno rimanga fertile e sano nel tempo.

2. Come conservare correttamente la farina e per quanto tempo si conserva?

La farina va conservata in luogo fresco, buio ed asciutto. Si suggerisce l'utilizzo di contenitori ermetici per evitare che la farina subisca contaminazioni da parte di insetti e parassiti o assorba odori dall'ambiente circostante. Si sconsiglia inoltre di conservare la farina nei pressi di forni o lavastoviglie, per evitare variazioni elevate dei livelli di umidità e temperatura.

3. Qual è la differenza tra liscio, antiscivolo e universale?

È possibile distinguere la differenza tra farina antiscivolo e farina liscia strofinando la farina tra il pollice e l'indice. La farina liscia è più fine di quella antiscivolo e viene utilizzata in tutte le ricette di cottura e di cottura in cui l'impasto non ha bisogno di gonfiarsi. Grazie alla granulometria particolarmente fine, la farina liscia si lega agli ingredienti rimanenti sotto il calore più rapidamente rispetto alla farina antiscivolo. La farina con una buona presa viene utilizzata per ricette in cui la pasta deve gonfiarsi, ad esempio per gnocchi, gnocchi o pasta soda. La farina universale è una miscela di farina liscia e antiscivolo e combina i vantaggi di entrambe le farine.

4. Nel caso della farina, cosa significa il tipo sulla confezione?

Il numero del tipo sulla confezione della farina indica il contenuto minerale. Maggiore è il numero di tipi, maggiore è la proporzione di minerali, vitamine e fibre e più scura è la farina. La farina è più scura perché anche gli strati esterni del grano, dove si trovano le sostanze nutritive più preziose, sono macinati. Ad esempio, la farina di grano tenero tipo 405 / W 480 contiene un contenuto di minerali di 405 mg per 100 g di farina.

5. Cos'è una farina estratta?

In Germania e in Austria, il termine farina di estrazione viene utilizzato per descrivere la classica farina di frumento tipo 00 ed è anche chiamata farina di pangrattato o farina per dolci. Le farine di estrazione sono costituite solo da una parte del grano, quindi ne sono un "estratto". Sono comprese tutte le farine che hanno un grado di macinazione molto basso. Queste farine leggere sono costituite esclusivamente da endosperma e non contengono alcuno strato esterno del grano.

I vostri vantaggi nell'Agrarzone-Shop

Reso gratuito: Valido per tutte le consegne standard. In caso di restituzione di articoli pesanti e/o voluminosi (tipo pallet), le spese di spedizione saranno a carico del cliente.

Nessun rischio grazie alla garanzia di rimborso entro 30 giorni: se il prodotto acquistato non è quello giusto per te, puoi restituirci l'articolo entro 30 giorni dalla consegna senza fornire alcuna motivazione. Ti rimborseremo quindi l'intero prezzo di acquisto (per prodotti alimentari la garanzia si applica solo alle confezioni sigillate)